Mondo Enduro e Lo Zilov Gap

"Le uniche cose di cui hai bisogno sono il Cibo, La Benzina e la Birra" (Gerald Vince)

358

mondo

Mondo Enduro è stato uno dei primi Viaggi Offroad intorno al Mondo interamente documentato. Svoltosi tra il 1995 ed il 1996 Austin Vince, Gerald Vince, Chas Penty, Bill Penty, Clive Greenhough, Nick Stubley and Mark Friend, decidono di intraprendere questo viaggio intorno al Globo affontando la rotta più lunga e cercando di percorrerla nel minor tempo possibile, 300 giorni.

La difficoltà più grande fu quella di superare lo “Zilov Gap” circa 650km senza nessun tipo di strada o sentiero nella Siberia centrale.
In completa balia del fango e della pioggia l’unico modo per proseguire il tragitto ed arrivare a Skovorodino dove riprendeva la M56 era cercare di costeggiare la famosa ferrovia della Transiberiana, unica via di comunicazione attualmente costruita in quel punto. Dopo pochi km l’equipaggio si rese di conto di essersi infognato per bene. Le tracce lungo la ferrovia finivano spesso nel nulla o in difficili guadi e, quando ritrovavano il sentiero, questo era distrutto dai Kamaz 6×6 che portavano gli operai della ferrovia nei punti da riparare.

zilov_gap
Il disegno di Vince dello Zilov Gap

Zilov Gap

A circa 300km di “Strada nel Nulla” più della la metà delle Suzuki DR350 erano demolite tra cuscinetti sfondati e pignoni completamente smangiati, ma la loro fortuna fu di trovare una miniera d’oro (in tutti i sensi). Il capo della miniera li prese in simpatia e li ospitò nel complesso offrendogli cibo, letti e addirittura gli operai costruirono per loro i nuovi pignoni, cuscinetti e li aiutarono in qualsiasi altro genere di riparazione!

Zilov Gap

Zilov Gap

Ripartiti dalla Miniera l’umore del Gruppo era molto alto, ma bastarono un altro centinaio di km per rimettere in discussione tutto, le difficoltà del percorso continuarono ad essere troppo estreme e quindi decisero di salire o meglio, di prendere un vagone che venne attaccato al Treno della famosa transiberiana per raggiungere Skovorodino e tornare alla “civiltà”.

Dal 2005 invece iniziò la costruzione e ammodernamento della “Transiberian Highway” (Lo Zilov Gap era praticamente quasi tutto il pezzo denominato M55).
Quindi ora la rete stradale siberiana è composta in questo modo, la “Kolyma Highway” (M56) è la famigerata Road of Bones che porta al porto di Magadan. La Road of Bones in se non è difficile, è una lunghissima strada sterrata, mentre la parte Tosta è la “Old Summer Road” un taglio (strada ormai in disuso e abbandonata) che va da Kyubeme a Kadykchan, passando per Tomtor, Dove in Long Way Round Ewan McGregor e Charley Boorman furono costretti ad abbandore e tornare indietro per la loro incapacità di Proseguire con delle moto pesanti come le GSA1200 (nemmeno Chris Birch sarebbe riuscito a passare di là con quel genere di moto)

Trans-Siberian_Highway

565551g0wb5VomL._SY344_BO1,204,203,200_

– Furono i primi a raggiungere in moto Magadan (Siberia) dopo il crollo dell’Unione Sovietica

– Usarono tutti una Suzuki DR350 e in 440 giorni percorsero circa 64.000km in tutta la Russia, le America e Africa.

– Filmato tutto in Hi8 e Super8.

– Senza nessun tipo di Supporto o Sponsor

austin-vince-standing-on-saddle-original_hr
Austin Vince il Leader della Spedizione sulla sua Moto, l’unica Suzuki che non è stata Rubata tra tutte quelle che hanno partecipato alla Spedizione.

Partiresti per un viaggio del genere lasciandoti per sempre alle spalle la vita “normale”?